sabato 7 settembre 2013

(500) Days of Summer

Un film di Marc Webb con Joseph-Gordon Levitt e Zooey Deschanel. USA, 2009

Esce dal Sundance Film Festival ed è l'opera prima di Marc Webb, celebre regista di videoclip musicali che nel 2009 ha provato a dirigere il suo primo lungometraggio di finzione riscuotendo un ottimo successo.
Ovviamente storpiato in italiano, il titolo (500) Giorni Insieme perde il gioco di parole e d'amore della versione originale (500) Days of Summer, là dove Summer, oltre a rappresentare l'estate (dei sensi e dei cuori), è soprattutto il nome della protagonista interpretata da Zooey Deschanel che in italiano viene chiamata Sole.
I protagonisti sono proprio lei (American Sunshine) e Tom, interpretato da Joseph Gordon Levitt, la cui storia d'amore ci viene descritta a frammenti, nell'arco di cinquecento giorni più o meno sereni che cambieranno le loro vite. I titoli di testa del film, composti in stile filmini amatoriali di famiglia vintage, ci presentano i due protagonisti da piccoli, mentre appena inizia il film, una voice over, racconta i due personaggi facendone un simpatico ritratto in stile francese. Lo stile registico del film, essendo molto frammentario e non lineare, si può dire che sia altamente influenzato dall'attività principale del regista e dunque dallo stile dei videoclip musicali che dirige con maestrìa.

(500) Days of Summer è un manifesto di cinema postmoderno godibile grazie anche alle numerose citazioni cinematografiche e artistiche in generale, divertenti da scovare per l'intera durata del film che scorre senza intoppi, con disinvoltura senza nessuno scivolone. Inserti particolari quali la scena del balletto, ispirata al genere del musical classico, o altre scene rielaborate digitalmente sono un ulteriore fonte di arricchimento per il film, nonostante talvolta quasi interrompano quella fluidità narrativa tanto piacevole.
Il film non si siede mai su se stesso, neanche nella scena del treno, romantica e d'impatto, anche a livello fotografico, in cui i due si incontrano riportando alla luce il ricordo di quel treno per Vienna di Before Sunrise.

Un esercizio d'autore ben riuscito, ricco di riferimenti al cinema classico, francese, indipendente, poetici e stimolanti, ancor più apprezzabili grazie ad una colonna sonora, e sarebbe stato anormale il contrario, a dir poco esaltante che comprende anche uno dei pezzi della stessa Deschanel.
Senza dubbio, sceneggiatori e regista si sono dimostrati molto abili nell'aver saputo giocare con i guai sentimentali di ognuno di noi e nonostante la storia sia raccontata dal punto di vista di lui, sullo schermo emergono la difficoltà e il disagio non solo di colui che ama incondizionatamente ma anche di chi, senza una colpa, non può o non riesce a ricambiare.


Da vedere assolutamente in versione originale!

500 Days of Summer: It is the first feature film directed by Marc Webb. This film is played by two very great actors and their love story is so sweety! In the opening credits of the film, shot as vintage home movies, there are the two main characters as children and then a voice over begins to tell us their life. Being very fragmented and non-linear, the directorial style of the film, is very influenced by past work of the director. A very funny film thanks to the many movie references to chase for the entire duration of the film flowing smoothly. Writers and director have been very skillful in having been able to play with the sentimental trouble of everyone: although the story is told from Tom's point of view, both members of a couple are well represented.